La mia recensione di Interstellar

Con un discreto ritardo ieri ho visto Interstellar, l’ultimo film diretto e prodotto da Christopher Nolan già regista di film come Memento o Inception. Non sono esperto di cinema ma amo tantissimo vedere film specialmente quelli fantascientifici. Questa premessa per dirvi che magari posso scrivere qualche strafalcione e non utilizzare una terminologia tecnica, ma volevo condividere con voi le mie opinioni.

Ero curioso di avere un mio punto di vista su Interstellar, specialmente dopo aver letto pareri discordanti sul web. Si passa da un non lusinghiero Paolo Attivissimo ad un più entusiasta Amedeo Balbi. Personalmente ho trovato Interstellar un film ben fatto. Non sono un fisico e quindi non entro nel merito delle teorie scientifiche che sono presenti e descritte nel film. Essendo un film e non un documentario nemmeno ci si può aspettare un’aderenza scientifica al 100%. In alcuni punti, qualche licenza “cinematografica” il buon Christopher Nolan l’ha presa ma questo a beneficio di una trama che scorre abbastanza agevolmente. Considerate che l’argomento è ostico e farlo capire alla maggior parte dei presenti in sala non è stato semplicissimo. La scienza presente nel film comunque non mi è parsa banalizzata ed anzi penso che lo stesso possa essere un buono strumento per far avvicinare i giovani a materie spesso non conosciute come l’astronomia e la fisica.

C’è qualche elemento di confusione, specialmente nei dialoghi che in alcuni passaggi rischiano di cadere nel banale. Buona l’interpretazione di Matthew McConaughey mentre ho trovato un po’ inespressiva Anna Hathaway, ma magari è solo una mia impressione.

Stupende le ricostruzioni che sono state fatte ai mondi e alcuni girati sono davvero da trattenere il fiato. Ovviamente gioco forza la fa anche la colonna sonora composta da Hans Zimmer che in più occasioni ha accompagnato il regista Nolan.

Piccola curiosità prima di chiudere è relativa all’adattamente del Ciclo delle Fondazioni scritto da Asimov “qualche anno fa”. Sarà Jonathan Nolan, fratello di Christopher, nonché co-sceneggiatore di Interstellar (leggi la nostra recensione) e Memento a dirigere la Serie TV  che seguirà le gesta del Dottor Hari Seldon