Come i science center, le gallerie e i musei affrontano il tema della comunicazione scientifica

Episode 2: Artificial intelligence The QUEST Podcast

Artificial intelligence is one of the biggest issues facing human society in the 21st century, and there is an urgent need to consider its ethical accountability and impact on diversity. This episode discusses how science communicators can strike a balance between describing the potential benefits of AI technologies (increased efficiency, automation, smarter decision-making) while at the same time pointing out the possible negative consequences and risks, including job losses, increased surveillance and worsened economic inequality.In this episode:- Ann Nowé, Professor and Head of the Artificial Intelligence Lab, Vrije Universiteit Brussel, Belgium- Milena Merten, Lead Editor, ada, GermanyThe audio clips of Eva Kaili are taken from an interview with EIT Digital in June 2020.Hosted by Barbara Schofield. Production by Atina Dimitrova.‘QUEST – QUality and Effectiveness in Science and Technology communication' is a Horizon 2020 EU funded project. Read more: questproject.eu
  1. Episode 2: Artificial intelligence
  2. Episode 1: Science museums and galleries

Condivido con voi il primo numero del podcast prodotto dal progetto Quest, finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020. In questo numero si parlerà di come i Science center, le gallerie e i musei affrontano la comunicazione della scienza.

Quattro gli esperti intervistati sono:

– Dr Mairead Hurley, Research Fellow in the School of Education, Trinity College Dublin, Ireland
– Muiriosa Guinan, Art-Science Curriculum Coordinator, Science Gallery Dublin, Ireland
– Dobrivoje Lale Eric, Head of Department of International Cooperation, Center for the Promotion of Science, Belgrade, Serbia
– Maria Xanthoudaki, Director of Education & CREI (Centre for Research in Informal Education), Leonardo da Vinci National Gallery of Science and Technology, Milan, Italy

Ultime novità da Horizon Europe: ORE, EIC e Brexit

Quella che è appena passata è stata una settimana ricca di novità nel mondo di Horizon Europe. Ho avuto poco tempo per poterne scrivere in dettaglio, cercherò quindi di dare una rapida panoramica in un singolo post.

Prima di tutto (ma prima per me) c’è stato il lancio di Open Research Europe che offrirà a tutti, ricercatori e cittadini, un accesso gratuito alle scoperte scientifiche più recenti. Consentirà di ovviare direttamente alle notevoli e frequenti difficoltà incontrate per la pubblicazione dei risultati scientifici, in particolare i ritardi e gli ostacoli nel riutilizzo dei risultati e i costi elevati. La piattaforma è un servizio facoltativo a disposizione dei beneficiari di Horizon Europe e di Horizon 2020, che consente loro di rispettare le prescrizioni del finanziamento per l’accesso aperto immediato e gratuito. In pratica, il ricercatore può sottomettere a questa piattaforma il proprio paper, ricevere una peer review (che in realtà è una open peer review) e senza costi liberarlo all’intera comunità scientifica. Diciamo che le cose sono un pelino più complesse ma il succo è questo. Se cercate maggiori dettagli potete scaricare qui una bella infografica.

Leggi tuttoUltime novità da Horizon Europe: ORE, EIC e Brexit

Webinar: Come scrivere una proposta di successo in Horizon Europe

A pochi giorni dall’uscita dei template, la Commissione Europea ha deciso di lanciare un webinar accessibile a tutti su come Scrivere e preparare una proposta di successo in Horizon Europe. Sarà possibile seguirlo il prossimo 24 marzo online e sarà trasmesso in streaming su YouTube. L’interazione con gli speaker sarà invece garantita dalla piattaforma Slido.

Il webinar che avrà una durata di 4 ore e mezza circa sarà strutturato in due blocchi di informazione:

  • Submission and Evaluation: Proposal template, basic principles, evaluation criteria
  • The rules of the game – the Model Grant Agreement

Per registravi andate qui mentre è possibile scaricare l’agenda da questo link.

Intanto secondo quanto scrive ScienceBusiness i WorkProgramma dovrebbero essere pubblicati ufficialmente a Maggio.

Pubblicati i template delle proposte Horizon Europe

Un rapido messaggio per informarvi che sono disponibili i template delle proposte per il programma Horizon Europe.

Di seguito è possibile scaricarle:

RIA IA templates

ERC templates:

Leggi tuttoPubblicati i template delle proposte Horizon Europe

I dati raccontano le performance italiane in Horizon 2020

Il prossimo 17 marzo (10.00-13.15, online) è stata organizzato da APRE, un evento dedicato all’esperienza di partecipazione italiana in Horizon 2020, con l’obiettivo di identificare e valorizzare le lezioni apprese per preparare la comunità nazionale ad Horizon Europe

L’evento, dal titolo La ricerca europea in Italia: i dati raccontano, vedrà il coinvolgimento di rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico e di quello industriale.

Stando ai dati – annualmente analizzati da APRE nel rapporto “Una panoramica sulla partecipazione italiana a Horizon 2020” – tra il 2014 e il 2020 oltre 3.700 enti italiani sono stati finanziati da Horizon 2020, per un totale di circa 5,7 miliardi di euro, pari all’8,3% di quanto assegnato dall’intero programma. Con Horizon Europe alle porte, diventa imprescindibile affrontare una riflessione sulle lezioni apprese e le buone prassi maturate nel periodo 2017-2020, supportata appunto dai dati.

Leggi tuttoI dati raccontano le performance italiane in Horizon 2020

Horizon Europe… ci siamo quasi

Il percorso di Horizon Europe delle prossime settimane è tracciato: l’approvazione dei testi legislativi per confermare l’intesa politico-istituzionale di dicembre è fissata il 16 marzo in Consiglio (termine della votazione con procedura scritta) e il 26 aprile in Parlamento (sessione plenaria), l’adozione finale del piano strategico e la pubblicazione dei programmi di lavoro avverranno subito dopo. Non solo: è stato pubblicato il Model Grant Agreement ed è arrivata l’ufficialità sull’associazione del Regno Unito.

Cosa manca ancora? Una lettura più approfondita del Model Grant Agreement

Sul sito di VersoHorizonEurope è stata pubblicata una lettura più attenda delle novità espresse dal Model Grant Agreement (MGA Versione 25 febbraio 2021) che troverà applicazione nei progetti Horizon Europe e Euratom che utilizzeranno forme di costo miste.