Conferenza annuale APRE 2020: Risultati prima giornata.

Al via la Conferenza APRE 2020: “Investire nella ricerca e innovazione è la chiave per un futuro inclusivo”

“A livello europeo la sfida è continuare ad investire nel nostro futuro, ad investire in maniera massiccia sulla ripresa dell’Europa e a beneficio di una società resiliente” così Jean-Eric Paquet, direttore generale, DG Ricerca e innovazione della Commissione europea, intervenendo nella giornata di apertura della Conferenza Annuale APRE 2020 “VERSO UN NUOVO FUTURO. La Ricerca & Innovazione europea in rete” che si svolgerà on line fino al 23 ottobre.

La Conferenza Annuale APRE 2020 ha avviato oggi pomeriggio i lavori, che si terranno per cinque giorni consecutivi, con un ricco programma di riflessioni e dibattiti su politiche, approcci e finanziamenti europei per l’intero ecosistema di ricerca e innovazione.

La Conferenza di quest’anno rappresenta un invito per la più ampia comunità nazionale a condividere conoscenza, discutere le soluzioni alle molteplici sfide del nostro presente e  fare sistema verso il futuro che vogliamo, come testimonia la presenza del Ministro dell’Università e Ricerca, Gaetano Manfredi che ha aperto nel pomeriggio i lavori della Conferenza, ricordando dell’importanza della collaborazione europea come volano per lo sviluppo del nostro sistema ricerca e come strumento per uscire più robusti dalla crisi economica indotta dalla pandemia………

Intervento del Presidente di APRE Alessandro Damiani

Uno degli argomenti al centro della relazione del Presidente di APRE Alessandro Damiani è stato di sottolineare come “Questa è una conferenza speciale, non solo perché coincide con i trent’anni dell’APRE, ma soprattutto perché ospiterà dialoghi di alto profilo sui temi della ricerca e dell’ innovazione, con i direttori della Commissione europea e personalità di spicco dall’Italia, insieme a circa 3000 protagonisti del mondo della scienza e della tecnologia del nostro paese”.

Come ha evidenziato il Presidente Damiani,” Horizon Europe, il nuovo Programma Quadro europeo della ricerca e dell’innovazione, parte il prossimo primo gennaio con un budget di quasi 90 miliardi € per i prossimi sette anni.  Un programma molto ambizioso e competitivo, che premia l’eccellenza e la capacità di cooperazione.   “Negli ultimi anni il ritorno economico per l’Italia dal Programma Quadro europeo è stato dell’ 8 – 8,5%, pari a 600-700 milioni € all’anno.  Col nuovo programma dobbiamo puntare al 10%: un obiettivo molto ambizioso ma raggiungibile con uno sforzo corale di tutto il paese”. Un’occasione imperdibile per rafforzare il sistema paese e consentirgli di svolgere un ruolo da protagonista nell’affrontare le grandi sfide dell’oggi e del domani: salute pubblica, Green Deal, cambiamento climatico, digitalizzazione, produzione e consumo intelligenti e sostenibili”.

Sette direttori della Commissione europea si confronteranno con rappresentanti delle istituzioni ed esperti nazionali negli APREdialogue sui temi “caldi” in agenda.

Qui parliamo di un’Europa delle opportunità e non dei vincoli.  Opportunità di sviluppo, di cooperazione e di finanziamento.  Opportunità di crescita e di modernizzazione per il nostro sistema ricerca e quindi in prospettiva per tutto il paese.  Opportunità per superare la crisi indotta dal Covid, costruendo un nuovo modello di sviluppo fondato sulla conoscenza, sulla capacità innovativa e sulla sostenibilità”.

Il Presidente Damiani ha poi concluso il suo intervento ricordando come APRE, forte dei suoi trent’anni di esperienza, dei suoi rapporti privilegiati con le istituzioni italiane ed europee, della sua rete di associati sempre più numerosi e impegnati sul fronte europeo, è pronta a raccogliere questa sfida aiutando i ricercatori e gli innovatori italiani a cogliere le nuove opportunità.

Intervento di Jean-Eric Paquet

Durante l’appuntamento pomeridiano con Jean- Eric Paquet, direttore generale, DG Ricerca e innovazione della Commissione europea,ungruppo di giovani redattori e redattrici dei network Europeers e ANG InRadio hanno seguito i momenti salienti della Conferenza Annuale APRE 2020 focalizzando l’attenzione sui temi al centro della politica europea in materia di ricerca e innovazione. L’iniziativa “Reporter dal Futuro” nasce dalla collaborazione tra APRE e ANG- Agenzia Nazionale per i Giovani, nell’ambito di un Protocollo siglato nei giorni scorsi e  

rappresenta l’occasione di avvio di un percorso di formazione, ascolto ed empowerment della società rappresentata dai più giovani, per meglio veicolare alle giovani generazioni in che maniera Horizon Europe è vicino e contribuirà al loro futuro. 

“Ai giovani con noi oggi dico di ‘sfidarci’. Di prender parte alla discussione e al disegno delle politiche: di esser parte attiva della nostra democrazia perché saranno le giovani generazioni a darle forma” ha concluso.

La Conferenza Annuale APRE 2020 “VERSO UN NUOVO FUTURO. La Ricerca & Innovazione europea in rete” si svolge on line dal 19 al 23 ottobre.

Partecipazione libera e gratuita.

Qui il programma e la diretta streaming: www.aprecon2020.it

Via Comunicazione APRE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: