Plan S, Open Access e il guanto di sfida lanciato all’editoria scientifica

La potremmo considerare l’Operazione Overlord dell’Open Access. Sto parlando del PlanS, un’iniziativa già annunciata lo scorso luglio all’ESOF 2018 tenutosi a Toulouse, che prevede che dal 1 ° gennaio 2020 tutte le pubblicazioni scientifiche,  figlie di ricerca finanziata con sovvenzioni pubbliche da consigli di ricerca ed enti finanziatori nazionali ed europei, siano pubblicate in conformità con l’Open Access su riviste o/e piattaforme ad accesso aperto. 

Architetto dell’operazione è Robert-Jan Smits, delegato della Commissione Europea all’Open Access, che lancia una sfida importante all’editoria scientifica, insieme a Marc Schiltz presidente di Science Europe, al consiglio scientifico dell’ERC e alla neonata CoalitionS che riunisce undici principali finanziatori di ricerca a livello nazionale (l’Italia è rappresentata dall’INFN).

I dieci principi del Plan S

Tocca ora ai grandi science gatekeepers, come Elsevier, Wiley and Springer, spesso accusati di limitare il flusso della conoscenza scientifica, cambiare il modello di business. Un business globare, quello dei grandi editori scientifici che si aggira intorno ai 10 miliardi di euro annui con un margine per gli editori intorno al 30%. Nel 2005 un report della Deutsche Bank definiva il sistema delle pubblicazioni accademiche come un “bizarre triple-pay system” nel quale “the state funds most research, pays the salaries of most of those checking the quality of research, and then buys most of the published product” per migliaia di euro l’anno.

Oltre alle case editrici, non tutti hanno accolto la notizia con piena soddisfazione. Mentre Robert-Jan Smits afferma “It has been a kind of Robin Hood story. We want to take money from publishers’ shareholders and give it back to the labs,” c’è chi evidenzia, infatti, l’ambivalenza del piano circa la Green OA, in cui i ricercatori o le istituzioni depositano una copia del loro articolo in un repository istituzionale aperto, invece che in un giornale OA.

Maggiori info:

cOAlition S

Rispondi